Possono 35 secondi netti cambiarti la giornata?

Mettiamola così: stamattina mi sono alzato alle 6 come sempre, ho preso la barca come sempre, il 735 come sempre e il treno come sempre.
Ho fatto la mattinata in ufficio come sempre, pranzo come tutti i giorni (ah, fregato!), e il pomeriggio lavorativo è andato finalmente a concludersi.
Un mercoledì come tanti, la strada a ritroso per tornare a casa e la promessa di una meritata doccia per togliermi il puzzo di un ufficio dalle finestre sbarrate (antisuicidio, siamo al nono piano) con 50 colleghi dentro.
Mentre sono sulla barca un mio contatto di FB pubblica un video.
Questo.

Avevo letto del probabile terzo capitolo dei Ghostbusters in arrivo, pronto a riscattare la serie dopo quella pattonata al femminile uscita nel 2016, proprio questa mattina.
Ah, vi faccio lo spiegone perché ci sarà il solito che dirà "gnigni non ti è piaciuto perché erano tutte donne!1!!".
No, cari miei. Non mi è piaciuto perché le situazioni non facevano ridere, le battute non facevano ridere, la storia si reggeva in piedi con le stampelle di diverse altezze ed ancora peggio era il tentativo di un reboot uscito male.

Harold Ramis e Dan Aykroyd han provato PER ANNI a creare una sceneggiatura degna di essere portata al cinema, per farci rivivere le avventure dei 3 scienziati più il part-timer come ci si aspettasse, ma han sempre trovato la porta chiusa da quei produttori che "no, il brand non fa più presa sui giovani".
Si buttarono quindi sul videogioco, che riscosse un buon successo fra gli appassionati ma non da renderlo così memorabile. Però oh, tutti lo considerano un film interattivo degno di entrare nella saga cinematografica e tanto ci bastava.

Forti di questo piccolo successo ci provarono ancora una volta, ma gli studios cinematografici niente, non volevano farlo. Troppo rischioso.
Si sono accorti del potenziale della cosa solo quando han visto QUANTI fan dei Ghostbusters son spuntati fuori quando è morto Ramis (Egon), fra elogi e vignette su Facebook e Twitter. Solo allora han capito quanto potessero sfruttare la cosa, stuprando così il marchio con quel filmino-reboot sperando di spremere qualcosa in più da quella rapa ormai vecchia che però doveva sapere di vecchio. Ne han cambiato il gusto, il colore e l'aspetto. Han dovuto infilarci dentro il "politically correct" fra LGBT e disparità sociali per renderlo più appetibile e non far indignare nessuno.
Quelle li' non sono acchiappafantasmi.
È cambiata persino la Ecto-1 diventando una negrata improbabile e questo davvero non posso sopportarlo.

LYFT_ECTO_4

NO

Voglio dire, ci sono cose SACRE che non vanno toccate ed il mio bambino interiore, cresciuto coi film degli acchiappafantasmi e il cartone animato (The Real Ghostbusters, non quello prodotto da Filmation con Harambe) non poteva reggerne la visione e non ci riesce ancora oggi.
La mia idea di film che riprende una serie del passato è sempre stata "i vecchi attori si accorgono che l'età avanza e scelgono dei giovani per portare avanti il lavoro" cosa che Star Wars fra una cosa e l'altra, aggiustando il tiro, sta facendo.
E invece reboot. Bella porcata.

Ma basta parlare di quello scempio e torniamo a noi: ci sono 5 cose che escono da questo trailer.

  1. Il meteo è sempre un casino, e ricorda vagamente quanto accadde quando i 4 ragazzi combatterono Gozer il Gozeriano nel primo film.
  2. La casa in campagna altro non può essere che la casa dove il Dottor Stantz è cresciuto, ipotecandola per pagare l'equipaggiamento e l'inizio dell'attività sempre nella prima pellicola.
  3. Le scariche colorate sono certamente gli zaini protonici ormai caduti in disuso. Non credo che un acceleratore nucleare non autorizzato si comporti così dopo 30 anni di inutilizzo (presumibilmente), ma lascia intendere che dovranno svecchiare l'equipaggiamento anche se la batteria ha una durata di 5000 anni.
  4. La Ecto-1 è vecchia e sotto un telo, ma scommetto che la restaureranno ancora una volta per lanciarla fra le strade di New York per bruciare semafori e fare curve a gomito in sottosterzo.

Siamo a quattro cose, quale sarebbe la quinta?
La quinta è l'HYPE che mi è saltato fuori esultando appena finito di vedere il teaser.
Perché anche solo quel poco che si vede mi ha ridato la gioia che da fan avevo perso da tempo. Non è un trailer come tutti, dove vedi già le scene più importanti spoilerate. Non è un tentativo di strafare per attirare qualche facile amante dell'effetto speciale.
Va bene, è solo il teaser di un progetto annunciato questa notte e sicuro stan giocando sull'effetto nostalgia, ma questi trenta secondi dicono chiaramente "HEY, siamo tornati e siamo sempre noi".

Credo lo rivedrò fino alla nausea, fino a che non uscirà nuovo materiale e il film per intero.
Vi chiedo di congelarmi fino all'estate del 2020, non posso sopravvivere a tanta aspettativa.