Sto per infilare le balle in un nido di vespe, ma lo faccio col sorriso di chi SA che sta facendo la cosa giusta. Sto esprimendo le mie idee così per come sono, esercitando un mio diritto nella maniera più chiara e senza fronzoli perché LIBERO di farlo, a differenza di chi come si vedrà verso il fondo, non può più.
In questi giorni si parla molto della Legge Fiano e la cosa meravigliosa è che questa legge ci prende tutti quanti in braccio, non soltanto i nostalgici di "quell'epoca che fu".

I fascisti sono incazzati come macachi perché non potranno più rischiare pubblicamente la lussazione della spalla destra a forza di saluti romani.
Vengono poi i moderati che si riempiono la bocca di frasi fatte per sembrare in qualche modo gli araldi delle libertà ma solo quando fa loro comodo, come i grillini che parlano di "legge liberticida" al pari di Lega Nord e compagnia cantante. E loro sono i così definiti moderati eh, sempre destra, che fa capire bene la deriva del paese.
Poi ci sono gli antifascisti che stappano le bottiglie di "quello buono" credendo di aver vinto di nuovo la guerra contro l'odiato nemico senza pensare che la cosa potrebbe trascinarsi per altri anni, con contorno di violenze ancora maggiori.

Tutto questo discorso da' vita a un paradosso, l'ormai famoso "paradosso della tolleranza".
Il fascismo è per sua natura intollerante verso la diversità, che sia fisica o ideologica.
Negarne le possibilità come farebbero loro con noi, farebbe di noi dei fascisti a nostra volta?
No, è soltanto una necessità. Spiegata in una immagine che postai qualche settimana fa proprio sulla mia pagina Facebook, ripropongo e vado a esplorarne per quel che ho capito.

Occhio che ora pigghio a cumplanare con i miei esempi.
Ahem.
Un organismo vivente come il corpo umano è costituito non solo da organi e muscoli ma anche da batteri, cellule e persino virus che servono uno scopo comune, ovvero quello di mantenere in vita un essere con due gambe e due braccia perché ciondoli sano e pasciuto in giro per il mondo.
Le entità dannose per il nostro organismo devono essere bandite perché tutto funzioni a dovere, eppure spesso sono virus e batteri, microbi, non troppo diversi da quelli che ospitiamo già pacificamente.
Perciò abbiamo i vaccini e le medicine, perciò costringiamo le "mamme informate" a vaccinare i figli perché non possano danneggiare chi non può vaccinarsi per allergie ed intolleranze, perciò puntiamo all'estinzione delle epidemie grazie all'immunità di gregge.
Se anche la storia dei vaccini è, per voi che leggete, liberticida allora vi consiglio di mandare i vostri figli a farsi una gita nel terzo mondo senza punturine.
Ditemi poi quanto si son divertiti ad esercitare le vostre convinzioni.
Comunque sia, le entità dannose che tento di far entrare nell'esempio sono gli estremismi e l'ignoranza, e spero con questo esempio di non aver ucciso accidentalmente qualche biologo.

Non possiamo più permetterci di permettere che i danni dell'ignoranza e dell'estremismo amplificati usando i social si estendano ulteriormente, o saremo finiti.
Sto forse dando dell'ignorante a chi si informa tramite Facebook, scadendo nell'estremismo? In parte.
C'è chi ne capisce ed ha abbastanza umiltà da ammettere, pur credendoci, che molte cose fatte da Mussolini fossero porcate invereconde e chi invece è straconvinto che le pensioni le abbia create lui insieme ad altre meraviglie perché aveva a cuore l'Italia, così come tante altre cose in realtà ereditate dai governi precedenti e scadute nella sua propaganda di regime che resiste come una leggenda ancora oggi.
Quindi si, quella del secondo gruppo di persone è ignoranza e Internet ha fatto da megafono con le pile ben cariche parlando direttamente alla bile della gente.
"Ma anche i comunisti..." stiamo parlando del fascismo, dei rossi farò un articolone apposta più avanti.

Dal 2008 in avanti abbiamo visto il dilagare della propaganda senza fonte, ed il rimbecillimento totale delle persone pronte a credere anche agli sciamani piuttosto che agli scienziati insieme al ritorno degli estremismi locali che, giuro, ero convinto avessero perso la guerra 70 anni fa.
Interi siti internet volti all'azione "a nome del popolo" inneggiano alle dittature per la libertà (PHUAHAHHA) e fanno sempre più adepti.
Stiamo parlando di gente talmente fenomenale da sbarellare completamente, al punto da pensare che Putin dovrebbe essere eletto Presidentissimo e guidare l'Italia, fatevi due conti e scoprirete che Razzi ultimamente non si sente solo.
Io invece, che ho sempre pensato che l'estremismo di destra fosse una minoranza risicata costituita soltanto da "un manipolo di uomini" (lol), dieci anni fa MAI avrei scommesso su una Casa Pound del 2017 con tutto questo seguito, mentre i vecchi elettori della galassia delle sinistre che non vogliono seguire il PD han fatto una diaspora ideologica finendo chi in Lega e chi in M5S, dimostrando chi fossero in realtà con qualche anno di ritardo.
Come Ferretti dei CCCP, ormai grande amico di Giorgia Meloni.

Se penso al fatto che uno degli ultimi comunisti rimasti è D'Alema mi vengono i brividi.
Ecco perché la destra conta tanto in questo paese: non c'è più un contrappeso adeguato e necessitiamo di un vaccino che non sia anti-destra, badate bene, ma che contrasti il populismo smosso col sentimento di pancia o per lo meno qualcosa che ne calmi i sintomi.
Qui le mosse sarebbero due: zittisci e deporti, come farebbero loro, oppure fai ricorso alla legge come ha fatto una Boldrini ormai stufa delle bufale e degli insulti a lei rivolti pronta a denunciare chiunque gliene dica dietro.

E giustamente.
O addirittura costringere per legge come nel caso (torno a ripetermi) delle mamme informate sul vaccinare i figli perché non scatenino l'apocalisse coi virus grazie alle panzane del guru di turno.
Di questo passo non mi stupirei di una guerra civile fra una decina di anni o un ritorno agli anni di piombo. Prima o poi qualcuno smatta male e ci finiranno in mezzo degli innocenti.

Nel caso del regime di Mussolini e le possibilità scelte per scongiurare un suo ritorno, la vecchia legge Scelba era stata creata senza tenere conto dell'avvento di Internet decenni dopo (ma pensa un po') e del fenomeno della informazione alternativa, di una parte e dell'altra, che ti permette di leggere e convincerti di soltanto quello che piace a te schifando il resto.
La legge recitava, in finale:

«La legge n. 645/1952 sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un'associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.»

Già questo basterebbe per risolvere la situazione, ma la Legge Italiana nel post-Craxi è un qualcosa di molto fluido ed adattabile all'evenienza, e da qui nei primi anni '90 si è sviluppato il caso di "Movimento Fascismo e Libertà - Partito Socialista Nazionale".
Il MFL-PSN è stato numerose volte citato in giudizio per supposta ricostituzione del disciolto Partito Nazionale Fascista e per apologia del fascismo e per questo sono finiti diverse volte in tribunale.
Come si sono salvati? Con spallucce e faccia da culo, i dirigenti del partito han sempre risposto candidamente che
«L'art. 1 della citata legge Scelba stabilisce che si ha ricostituzione del Partito Nazionale Fascista nel caso un partito abbia un programma politico atto a togliere la libertà. Nel programma del Movimento Fascismo e Libertà - Partito Socialista Nazionale non si vede nessuna intenzione di togliere la libertà, anzi esso prevede una Repubblica presidenziale bicamerale con Presidente della Repubblica con pieni poteri ed eletto dal popolo».

Il che a casa mia equivale a "la vostre leggi non ci fermeranno, siate più precisi la prossima volta! LOL!" sventolando le bandiere della RSI (solo per folklore eh, non abbiate paura) ogni volta che si può.
Che cazzoni siamo, il lupo si è travestito da pecorella col fiocco e noi gli abbiamo fatto anche i grattini, ritirando ogni accusa.

Un po' come con Paolo Di Canio, attaccante della Lazio col vizio di andare sotto la curva a fare il saluto romano come si vede in foto:

che chiamato a rispondere delle sue azioni disse
«non supporto l'ideologia fascista, sono solo un uomo di famiglia, con valori semplici». Tipo Julio Iglesias, che era un po' pirata e un po' signore.

Ed eccoci qui oggi alla soluzione di Fiano ai paraculo:

«Legge Fiano, Art. 293-bis. - (Propaganda del regime fascista e nazifascista). - Chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.

La pena di cui al primo comma è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici»

Saranno contenti in molti, dalle pagine Facebook alle spiagge di Chioggia.
Per quanto mi riguarda, i totalitarismi sono merda e quando vedo mettere le ganasce a questi orrendi macchinari applaudo.
Comunismo, Nazismo, Fascismo: roba che ha sempre accentrato il potere verso pochi eletti a discapito di molti poveracci tramite stermini, giochi di potere ed invasioni armate.
Se per voi va bene predicare queste fedi politiche ok, non sarò io a fermarvi perché non potrei, ma voglio ricordarvi che nel caso del fascismo troppi italiani nostri compatrioti ci han lasciato le penne.
Chi per il fronte di una guerra idiota, chi perché ebreo e mandato ai forni... e mi venite ancora a dire che "Mussolini aveva a cuore gli italiani"? Tale ideologia dovrebbe essere considerata al pari del terrorismo (direi di si) o della mafia per via dei traffici e delle minacce, sempre volta a sovvertire l'ordinamento dello Stato ed opprimere la popolazione tramite la violenza.
Ti ha fatto ridere questa ultima frase? Vatti a leggere il "Golpe Borghese" su wikipedia, vai.